mercoledì 12 dicembre 2018

Regalarsi e regalare

Un invito imprevisto, il regalo di un viaggio all' improvviso.

Rumori e suoni in volo

Legata a questo sedile sono costretta a un rumore completamente in contrasto con la visione del mondo intorno, proprio sopra le nuvole, che appaiono come un manto lanuginoso che obbliga a vedere solo quello che è oltre la vista consueta.
Il pallore rosato del tramonto incipria una timida luna che gode nel catturare la luce di un sole ormai assonnato per noi.
Questo rumore rombante che ci sta a fare, infrange la poesia del momento senza scrupoli o esitazioni, con una monotonia fastidiosa. L'udito non sa darsi pace e invidia lo sguardo che vittorioso si estende là fuori libero e completamente in armonia con la musica immensa di un cielo silenzioso. 

Niente di più bello di  regalarsi o regalare, concedersi o concedere qualcosa.Il Natale è un periodo dell'anno in  cui lo scambio di doni diventa affetto e  calore sotto le luci dell'albero.Come ogni anno qualche piccola idea per chi ha voglia di cimentarsi in cucina e donare qualcosa fatto con le proprie mani.

PRALINE
Per fare  la frutta secca pralinata oltre agli ingredienti occorreranno una ciotola piena di ghiaccio ed una da immergere in quella con il ghiaccio.





Praline di mandorle e cioccolato bianco
100 g di mandorle spellate, circa 150 g di cioccolato bianco, zucchero a velo q.b

Tritare il cioccolato bianco, lasciarne 1/3 da parte. 
 Fondere il rimanente a bagnomaria o nel microonde.
  Unire al cioccolato caldo quello tenuto da parte e mescolare per sciogliere.Questo creerà 
una sorta di temperaggio casalingo.

Tostare leggermente le mandorle in forno ventilato a 150°. 
Mettere le mandorle tostate nella ciotola posta sul ghiaccio
versare sopra ad esse il cioccolato bianco e mescolare in modo che ne vengano velate.

Sempre mescolando spolverizzare con zucchero a velo.

 Ripetere il procedimento per 3 volte finché si sarà formata una crosta bianca su ogni mandorla.
 Mettere le praline ottenute in un colino a maglia  abbastanza fitta e scuotere per eliminare lo zucchero in eccesso.
 Confezionare in sacchetti 
o in contenitori con sigillo per proteggere dall'umidità

Praline allo zucchero caramellato
100 g di arachidi tostate, circa 150 g di zucchero semolato, zucchero a velo q.b,  circa 1 cucchiaio di burro di cacao o cioccolato bianco tritato finemente


In una padella antiaderente far fondere poco zucchero semolato alla volta
(da ripetere per 3 volte durante la preparazione).
 Tostare leggermente le arachidi in forno ventilato a 150°.
Mettere le arachidi tostate nella ciotola posta sul ghiaccio, versare sopra ad esse il burro di cacao e poco zucchero a velo, mescolare, versare sulle arachidi il caramello in modo che ne vengano velate, spolverizzare con lo zucchero a velo. 
Ripetere il procedimento altre due volte facendo fondere altro zucchero semolato finché si  formerà la crosta di zucchero sulle noccioline. 
Sarà necessario utilizzare le mani per separarle poiché lo zucchero tende ad farle agglomerare. Confezionare.
Praline di nocciole e cioccolato fondente
100 g di nocciole tostate,  circa 150 g di cioccolato fondente, cacao amaro q.b

Tritare il cioccolato fondente, lasciarne 1/3 da parte e fondere il rimanente a bagnomaria o nel microonde.
 Unire al cioccolato caldo quello tenuto da parte e mescolare facendo sciogliere bene.Questo creerà una sorta di temperaggio casalingo.
 Tostare leggermente le nocciole in forno ventilato a 150°.Mettere le nocciole tostate nella ciotola posta sul ghiaccio, versare sopra ad esse il cioccolato e mescolare in modo che ne vengano velate.
 Sempre mescolando spolverizzare con il cacao. 
Ripetere il procedimento per 3 volte finché si sarà formata la crosta di cioccolato sulla nocciola.Mettere le praline ottenute in un colino a maglia  abbastanza fitta e scuotere per eliminare il cacao in eccesso.




 Confezionate le praline  in sacchetti regalo o altri contenitori a piacere  oppure servitele ad amici e parenti sorseggiando un buon caffè.

FRUSTINGO  MARCHIGIANO

Ingredienti per una tortiera da 22/24 cm di diametro:
250 g di fichi secchi o caramellati(ved. indice blog conserve), 50 g di uvetta, 50 g zucchero semolato, 50 g di mandorle con la buccia, 50 g di noci sgusciate, 50 g di farina integrale, 50 g di cioccolato fondente, due cucchiai di pangrattato, scorza grattugiata d'arancia o 60 g di candito di arancia tritato, 1 pizzico di spezie da panforte( o cannella e noce moscata), 1 tazzina di caffè, 1 tazzina di rum, 40 g di pinoli, miele o sciroppo dei canditi q.b o dei fichi caramellati, olio e pangrattato per lo stampo.

 Se si utilizzano i fichi secchi tenere a bagno in acqua tiepida per 12 ore.

Cuocerli  in acqua per 30 minuti a fuoco medio. Scolarli, farli raffreddare e tamponarli con dello scottex, infine tagliarli a pezzetti.
Se si usano quelli caramellati basterà scolarli dallo sciroppo e tagliarli.Lo sciroppo servirà al posto del miele per dare giusta consistenza all'impasto. 


 Mettere a bagno l'uvetta in acqua tiepida per far ammorbidire.

Tritare il cioccolato.
Tritare grossolanamente noci, mandorle e pinoli.

Tritare la scorza d'arancia.
Preparare un caffè
In una ciotola mettere i fichi spezzettati e l'uvetta strizzata,
aggiungere la frutta secca tritata
la scorza d'arancia, il cioccolato e le spezie.
Unire il caffè,
il rum,
 lo zucchero, 
  e la farina.
Amalgamare gli ingredienti unendo  a cucchiaio il miele o lo sciroppo  quanto basta per ottenere un composto abbastanza sodo.


Ungere con l'olio lo stampo e spolverizzare con pangrattato.
Versare il composto nello stampo e livellarlo premendo con le mani.Decorare a piacere con  le mandorle tagliate a metà o altra frutta secca.

Accendere il forno a 170°.
Cuocere nel forno già caldo per un'ora circa.


Sformare e far raffreddare su una gratella. 

Si potranno preparare di varie dimensioni . 
Confezionarli  su vassoi  e incartarli con carta trasparente e fiocchi natalizi

Questo dolce tipico si potrà preparare in anticipo perchè si mantiene a lungo restando morbido e profumato. 
SALE AROMATIZZATO
Il sale aromatizzato si può usare in cottura o a crudo su varie pietanze a base di carne o di pesce ma anche  in fondi per sughi o risotti.

Bisogna essiccare in forno ventilato  a circa 60° o in essiccatore l'aroma che desideriamo conferire al sale:


scorza di limone/ scorza di arancia/ foglie di alloro/ nepitella/ timo/ maggiorana/ cipolla rossa tritata/ foglie di menta/ barba di finocchio/ salvia/ rosmarino/prezzemolo/basilico.


barba di finocchio
foglie di alloro
Dopo l'essiccazione tritare finemente il prodotto.

Foglie di menta
 Cipolla rossa


 Unirlo a sale fino di buona qualità, la concentrazione di aroma seguirà il gusto personale io consiglio di abbondare con l'aroma.

Sale all'arancia
Sale alla cipolla
Sale alla menta 
 Sale al rosmarino
Sale all'alloro 
Si potrà regalare il sale aromatizzato confezionandolo in saliere macina sale(in tal caso meglio usare sale grosso) o in vasetti o piccoli contenitori da dispensa.
 Sale all'arancia o al limone e sale all'aneto




ZUCCHERO AROMATIZZATO

Lo zucchero aromatizzato può essere utilizzato per profumare acqua, tisane o tea o impasti dolci.
Bisogna essiccare in forno ventilato  a circa 60° o in essiccatore l'aroma che desideriamo conferire allo zucchero:

scorza di limone/ scorza di arancia/ foglie di menta/ bucce o polpa tritata di frutta.


scorza di arancia

Dopo l'essiccazione tritare finemente il prodotto ed unirlo a zucchero.


Bucce di mela

 Zucchero alla mela
Dolcificare la bevanda con lo zucchero aromatizzato scelto e far riposare in modo che l'aroma della frutta si sprigioni.La bevanda si può filtrare o meno a seconda della preferenza.Molto adatto nella preparazione di tea freddo.

Zucchero agli agrumi
Zucchero alla menta 
Si potrà regalare il tea aromatizzato confezionandolo in vasetti.

Zucchero alla pesca 
Zucchero all'arancia