domenica 19 luglio 2020

Soltanto semplicità


Tutto era stato cucinato con semplicità e con ingredienti piuttosto  poveri.
Verdure di stagione, pesce azzurro e qualche aiuto di sapore  conservato in dispensa , l'aspetto era invitante.
Non c'era nessuno intorno al tavolo, ma il risotto  non poteva attendere molto altrimenti si sarebbe rovinato e sarebbe stato un peccato, sembrava cremoso al punto giusto e l'odore di zucchini e basilico che emanava non era niente male.
Si guardò intorno , il  terrazzo si apriva su un panorama di palazzi dei quali si vedevano i tetti.
Decise di mangiare per primo il risotto che non deluse le sue aspettative.
Poi, sorseggiando del vino rosè che era il suo preferito,  cominciò ad addentare qualche mezzo  pacchero apprezzandone la croccantezza e per ultimo il pesce con le salse intensamente profumate.
Il cielo cominciava a scurire e i tetti intorno sembravano sparire lasciandole la sensazione di  stare da sola a contatto con il cielo.
Aveva mangiato bene, era soddisfatta di come aveva cucinato, quella sera non aveva cercato compagnia, a volte stare soli è una medicina e cucinarsi cose gustose è un modo per prendersi  cura di sè.
Qualcuno avrebbe potuto considerarla solitudine , per lei era un modo di meditare, ritrovarsi.

Mezze maniche fritte con crema di formaggio e zucchini


Ingredienti per 4 persone: 24 mezze maniche,  zucchini cotti in vaso cottura,sale grosso q.b, ,pepe, olio di arachidi q.b, 200 g di crema di formaggio  ottenuta con formaggi a piacere( burrata, stracchino, formaggio cremoso, ricotta, gorgonzola ,  taleggio, pecorino).

Lessare le mezze maniche in acqua salata finché non sono ben cotte. Scolare, ungere con poco olio per evitare che si attacchino e far asciugare su un canovaccio .


Friggere le mezze maniche in olio di arachidi  senza farle chiudere, mi sono aiutata con le pinze ma anche con due forchette.
Scolare su carta assorbente da cucina.

Preparare la crema di formaggio utilizzando una base morbida di  ricotta, crema di formaggio o stracchino con un gusto delicato tipo burrata o più deciso come gorgonzola , pecorino  o taleggio.Frullare a crema i formaggi scelti e riempire i paccheri con l'aiuto di un sachapoche
Appoggiare sulla crema sei pezzetti di zucchini cotti in vaso cottura.


Zucchini in vaso cottura
Ingredienti: 3 o 4 zucchini, olio extravergine q.b, sale, pepe, 1 spicchio d'aglio, erbe aromatiche a piacere.
Lavare e spuntare gli zucchini, tagliarli a pezzetti( per usarle nei mezzi paccheri fare pezzetti abbastanza piccoli ma sono buone anche per contorno in tal caso tagliare secondo preferenza)
Aggiungere nel vaso uno spicchio di aglio intero e le erbe aromatiche scelte tritate, slare poco(in vaso cottura il sale va veramente utilizzato poco , pepare e ungere con un filo d'olio.Mescolare bene .
Chiudere il vasetto con guarnisione e  3 ganci e cuocere in microonde a potenza 800 w per 6 minuti.
Lasciar raffreddare prima di aprire. Si possono  conservare in frigorifero fino a 2 settimane.

Paté di pesce serra su salsa speziata di pomodori alla senape

Ingredienti: 3 piccoli pesci serra( si possono utilizzare altri pesci nasello, orata, branzino ecc), olio extravergine , sale, pepe, 2 limoni, un vasetto di pomodorini speziati o 250 g di pomodorini gialli,2 cucchiaini di senape , salsa teriyaki (facoltativa), semi di sesamo bianchi e neri q,b, erba cipollina q.b, 3 fette di pane tipo a cassetta senza la crosta, 1 o 2 cucchiai di maionese (facoltativa)

Condire il pesce con limone, olio, sale e pepe.
Cuocere a bassa temperatura o a vapore o in microonde.
Diliscare con attenzione il pesce e frullare la polpa con la mollica di pane  precedentemente spezzettata e condita con olio e limone si potranno aggiungere anche 1 o due cucchiai di maionese si dovrà ottenere un composto piuttosto compatto e liscio.Aggiustare si sale .
Formare con il paté delle palline  della grandezza di una piccola noce e passarle in semi di sesamo bianchi e neri precedentemente tostati e/o in erba cipollina tritata.
Bollire in una casseruola i pomodorini speziati(ved ricetta:
fino a che il liquido di conservazione non sarà ridotto.
Passare la preparazione ed aggiungere 2 cucchiaini di  senape naturalmente si può aumentarte la dose  secondo il gusto personale
Disporre la salsa ottenuta su cucchiai o piccole ciotole mono dose per finger food ed appoggiare sopra una pallina di paté di pesce 




La salsa di pomodorini speziati può essere sostituita con una salsa di pomodorini gialli cotti con olio sale e pepe passati a crema . Condire  con senape e con qualche goccia di salsa teriyaki


Risotto con zucchini verde del cipollotto  crema di basilico e julienne di fontina

Questo risotto si può cuocere in cuociriso o in pentola a pressione o in modo classico in casseruola basterà applicare alcune semplici differenze.

Ingredienti per 4 persone:le foglie verdi di un cipollotto, 4 zucchini, 1 cucchiaio di crema di basilico, 1 noce di burro per mantecare, 150 g di fontina, 1 tazza di riso Carnaroli , olio extravergine, sale , pepe.

Tritare le foglie verdi del cipollotto fresco con 1 zucchino.


Disporre il trito nel contenitore previsto per la cottura.Nel cuociriso non si usa olio in pentola a pressione o in casseruola sì, quindi in tal caso si farà appassire un poco il trito.
Mettere il riso in un colino e sciacquarlo sotto acqua corrente.
Aggiungere il riso al trito.Se in casseruola far tostare qualche minuto.
Mescolare.
Aggiungere sale e pepe.
Tagliare a pezzettini gli zucchini.
Aggiungere gli zucchini al riso e unire l'acqua necessaria per la cottura, nel cuociriso e pentola a pressione (1 tazza di riso per 2 tazze e mezzo d'acqua) in casseruola aggiungere in cottura acqua calda o brodo vegetale poco per volta mescolando.
Aggiungere un cucchiaio di crema di basilico anche surgelata.
 
Mescolare e cuocere il riso.In cuoci riso 12 minuti circa nel microonde.
In pentola a pressione 4 minuti dal sibilo e raffreddare subito la pentola sotto il rubinetto per fermare la cottura.In casseruola fino a cottura.Aggiustare di sale.
Mantecare con burro o olio fuori dal fuoco.
Tagliare la fontina a julienne.  Aggiungerne un po' in mantecatura e lasciarne una parte per decorare.
Condire con pepe macinato al momento

venerdì 10 luglio 2020

Bianca e il bianco.

Bianca era una donna fiduciosa nei confronti delle persone e del mondo. Dal  sorriso luminoso traspariva la speranza che nutriva per il futuro.
Gli amici la canzonavano per l'eccessiva dose di fatalismo con cui leggeva la vita. Creatività ed immaginazione scaturivano dai suoi pensieri e dalle sue scelte così nessuno si era meravigliato quando dopo aver frequentato il liceo artistico si era incamminata verso il mondo gastronomico, del resto lei era da sempre spinta verso il cambiamento.
Si lasciava avvolgere dalla luce  che qualsiasi idea di vita le offrisse e ne riceveva stimoli per  nuove inclinazioni e aspettative.
La propensione alla fiducia l'aveva spinta a cadere nella facile illusione del mondo della cucina peccando forse di ingenuità.                                                                             
Quando aveva incontrato Nerio era stato veramente come incontrare il suo opposto e si era sentita al sicuro: lui pragmatico e razionale non amava lasciare al caso o al fato le redini della propria vita. All'inizio aveva pensato che le loro diversità potessero arricchirli, ma purtroppo Nerio, spesso troppo fermo nelle sue posizioni, non amava lasciare spazio alla sua immaginazione e sovente confondeva la sua sensibilità d'animo per debolezza.
La loro collaborazione  lavorativa nel piccolo ristorante che avevano deciso di aprire li portò a soventi scambi di opinioni non del tutto pacifici.
Nerio  non amava le novità e forse era stato un errore di valutazione da parte di Bianca pensare che potesse reggere a così bruschi cambiamenti nella sua vita:lei e la loro attività, comparsi entrambe nel giro di poco tempo.                                                           
I due compagni di vita e di lavoro nonostante tutto avevano in comune l'amore per la cucina e la donna  pensava bastasse.
Bianca non si arrendeva facilmente ma neppure accettava di vivere con fastidiose sensazioni di pesantezza, da Nerio si sentiva tirare con oppressione verso il basso da aspettative pesanti, avendo immaginato invece di vivere con leggerezza attraverso la loro comune passione.
Si sentiva sempre più lontana dal compagno, il quale  cominciò a percepire la sua freddezza e se per lui era sempre stata un libro aperto iniziò a non comprendere la sua improvvisa rigidità,  però il perfezionismo gli impediva di essere critico in modo obiettivo  nei confronti delle loro problematiche così  iniziò il distacco.
Bianca  prese in mano da sola l'attività dando subito una connotazione positiva all'ulteriore cambiamento, l'improvviso senso di libertà sciolse le tensioni vissute infondendole il desiderio di semplicità e con  la  lievità  finalmente ritrovata si  mosse verso un processo di crescita interiore e lavorativa.
Riprese a sognare, ritrovò  sé stessa, fu per questo che iniziò  a mettere in ogni sua ricetta qualcosa di bianco:
bianco per schiarire, bianco per rinfrescare, bianco per spumeggiare, bianco per incoraggiare e ripulire la sua vita.
                                                                                                                                                                                                                                                  
Rigatoni cacio e pepe a modo mio


Fiocchi di neve



Torta alla ricotta per single
errata corrige:100 g di farina 00
Eliminando il gusto del limone si può optare per l'aggiunta di gocce di cioccolato ma anche  uvetta o frutta secca a piacere.



martedì 30 giugno 2020

PESCARE NEI PENSIERI

Vasco di profilo davanti allo specchio non si era mai visto così : calato nella crudele realtà della sua fisicità.
Quella protuberanza evidente del suo addome, che era apparsa lentamente negli anni, mai gli era sembrata tanto ingombrante.
Quando usciva con Domenica  un po' la tratteneva, perciò aveva sempre il fiato corto.
Mimì si truccava davanti allo specchio, nel fiore dei suoi trent'anni si  sentiva bella, e Vasco che portava i segni della distanza di età fra loro la faceva sentire ancora più attraente, sembrava sempre che gli mancasse il fiato e per lei era il segnale della sua emozione.
La prima volta che lo aveva visto in mutande , calzini e ciabatte, l'immagine, come del padre, l'aveva per un attimo confusa, poi le carezze e le parole che le aveva saputo sussurrare avevano prevalso. Certamente il fascino non è qualcosa che sempre appare all'esterno e tanto meno in una comune camera d'albergo.
Aveva fatto l'amore con quell'uomo più volte e la sua visione era cambiata, sapeva toccare corde del suo mondo interiore, scoprendosi con un animo ancora giovane e trasgressivo.
Dormiva poche ore per notte e come ogni artista viveva momenti complessi, momenti di euforia e leggerezza, poi di nuovo piombava nei suoi pensieri esistenziali contorti.
Un uomo difficile.
Generoso nell'amore.
Capriccioso.
Pieno di sé.
Sempre al centro del suo unico universo.
Domenica si chiedeva se veramente desiderasse vivere al suo fianco, o forse non si poteva vivere al suo fianco, ma solo dietro di lui.
Aveva lottato per crescere un figlio da sola, per raggiungere il suo ruolo importante in cucina e Vasco era un uomo ingombrante, forse troppo.
Si diresse in cucina, luogo in cui si sentiva completamente al sicuro e a suo agio. Aprì il frigorifero , avrebbe  preparato una cena a base di pesce e intanto pescava nei suoi pensieri per trovare una risposta alla sua vita e a quel rapporto che fino in fondo non la convinceva.

Palline di riso  e gamberi in panko 
Ingredienti per 6 persone: 70 g di riso originario, 300 g di gamberetti o gamberi, 2 fette di pane a cassetta o mollica di pane ,2 cucchiai di senape, 2 cucchiai di maionese, 1 cucchiaino di salsa Worcester, un ciuffo di coriandolo o prezzemolo tritato , la scorza grattugiata di mezzo limone, (a piacere un peperoncino verde piccante ) 1 uovo, sale, farina si semola o panko q. b.

Lessare al dente il riso in acqua bollente salata.
Togliere la crosta al pane e tritarlo nel mixer.
Mescolare i due ingredienti.
Aggiungere  la maionese,
la senape,
 il coriandolo tritato , la scorza del limone, il peperoncino se gradito

aggiungere la salsa Worcester
Sgusciare i gamberi eliminando il filo intestinale.
  Tritarli grossolanamente ed unirli al composto

 poi legare tutto con l’uovo sbattuto 
Formare delle palline,  grosse come una noce , lisciarle bene, passare nella farina di semola o  nel panko
Friggere in olio caldo e far sgocciolare su carta.
Servire  calde o tiepide.
Date le dimensioni queste palline sono perfette anche con l’aperitivo

Calamari ripieni
Procedimento


Bisque

Bisque di scampi o di altri crostacei.

E' una ricetta tipica della cucina francese e consiste in un brodo concentrato dal sapore intenso realizzato con le teste e i carapaci  dei crostacei cotte in olio o burro o olio ,con cipolla, sedano, carota (pomodorino o concentrato). Se si sente odore di ammoniaca meglio evitare di fare la bisque Rosolare il fondo di verdura, aggiungere il concentrato, aggiungere i crostacei e cuocerli bene, schiacciarli, se si vuole mettere farina farlo prima del brandy.Aggiungere farina o no a seconda dell’uso(salsa o fondo),bagnare con brandy . Aggiungere ghiaccio a coprire e far cuocere lentamente. Può essere servita come zuppa oppure utilizzata come fondo per numerose ricette a base di pesce: gustosi risotti,  primi piatti ,zuppe o salse.