lunedì 4 agosto 2014

Cuore e palato

Ricordare le persone e collegarle ad un cibo particolare della loro cucina  è una cosa che mi capita spesso, rievocare una cosa che mi ha colpito del loro modo di cucinare è per me una manifestazione di affetto nei loro confronti, non fa alcuna differenza se ancora sono presenti nella mia vita o no ; quel particolare cibo si affianca ad un volto, ad un carattere, ad un episodio o a un periodo della mia vita. Il ragù di zia Delia, le patate al latte di zia Lola, la frittata di Normanda, i cenci ripieni e la mantovana di Viviana, la frittata di carciofi di mamma, la pasta fritta di Giuseppe, il vov di zia Bruna e quante altre preparazioni ancora potrei elencare e quanti altri nomi di persone, comuni o curiosamente bizzarri, potrei citare. 
Infine penso a chi mi ricorda o ricorderà per qualcosa che ho cucinato, magari non sarà necessariamente qualcosa di singolare, ma semplicemente qualcosa che ha toccato il cuore e il palato per una qualsiasi coincidenza con un momento speciale. 
Cosa ha provocato questi miei pensieri? La richiesta, in famiglia, di un piatto che cucino da tanto tempo e che è sempre graditissimo, perfetto per una cena estiva, con il quale  si deve mettere in tavola un bel filone di pane. 

                                                    PEPERONI RIPIENI           
Ingredienti per 4 persone : 6 peperoni rossi o gialli perchè accadrà che qualcuno ne mangi più di uno seppure la porzione sia abbondante  ma la gola ...,800g di carne di vitello  o mischiata  a  tacchino o pollo o maiale, 100g di  mortadella o salsiccia, 150g di mollica di pane, 50 g di  parmigiano, sale, pepe, noce moscata q.b, 1 spicchio di cipolla ed uno spicchio d'aglio, olio extravergine.


Lavare i peperoni e togliere il gambo e i semi.
Mettere tutti gli ingredienti per il ripieno nel robot(carne, cipolla, aglio, mollica, salsiccia, sale , pepe, noce moscata, parmigiano) e tritare benissimo ottenendo una poltiglia compatta.
Riempire bene i peperoni.

Scegliere una casseruola in cui stiano stretti o  una teglia da forno.La cottura di questi peperoni si può fare sia sul gas che in forno ma sul gas  si ottiene  una migliore caramellatura del sugo.Mettere mezzo bicchiere d'olio extravergine nella casseruola,disporre i peperoni ed iniziare la cottura.
Tenere il coperchio per i primi 15 minuti, poi quando i peperoni hanno fatto la loro acqua di vegetazionesalarli esternamente, scoprire e cuocere girando su ogni lato i peperoni in modo che glassino bene ottenendo un ricco e abbondante sughetto piuttosto caramellato.



Servirli appena intiepiditi, l'unico inconveniente è che la buccia del peperone tende a staccarsi ma vi assicuro che i vostri commensali non ci faranno poi troppo caso ci sarà chi la mangia o chi la scarta ma comunque credo che il piatto vi sarà richiesto proprio come è accaduto a me.Lo ritengo più un piatto da famiglia che da ospiti ma nella sua semplicità vale la pena provarlo e "fa tanto companatico "come diceva mia nonna.






Nessun commento:

Posta un commento