martedì 4 dicembre 2012

CALENDARIO DELL'AVVENTO

 NATALE 2012

CON BISCOTTI SPEZIATI ALLO ZENZERO

Ingredienti: 600g di farina, 250g di mandorle senza buccia tritate, 250g di burro, 250g di zucchero, 150g di miele, 1 cucchiaio di cannella in polvere, 2 cucchiai di zenzero in polvere, 1 cucchiaio di chiodi di garofano in polvere, 1 cucchiaio di bicarbonato, circa 20g di vino bianco o grappa.

Sciogliere il burro a bagnomaria.
Sbattere aggiungendo lo zucchero poco per volta per ottenere un composto cremoso. 
Unire tutti gli ingredienti e impastare bene, avvolgere  nella pellicola e tenere in frigo per circa 8 ore.
Stendere la pasta  con spessore di circa 3 mm e utilizzando degli stampini ricavare 30 sagome di forme natalizie.
Mettere su carta forno. 

Cuocere a 200° per circa 8 o 10 minuti.Far raffreddare su una gratella.

GLASSA ROSSA :mescolare un cucchiaio di colorante alimentare rosso con zucchero a velo fino ad ottenere un composto abbastanza denso da scrivere mantenendo il segno. 
Mettere in un cono con un foro di uscita di circa 1mm di diametro  e numerare i biscotti da 1 a 25.


Far seccare la glassa e infilare i biscotti in pacchettini di plastica trasparente da appendere con un fiocchetto ad un ramo che farà da alberello.
Se non si vuole utilizzare il colorante si potranno fare i numeri con glassa bianca.

GLASSA BIANCA
Se non volete usare colorante rosso potrete decorare i biscotti con ghiaccia bianca.

Ingredienti: 100g di zucchero a velo, circa 10 g di chiaro d’uovo, poche gocce di limone.

Prima sciogliere con una forchetta lo zucchero con il chiaro, poi montare con il frullino.
Il limone serve a rendere la glassa più lucida.
Mettere la glassa in una tasca alla quale avrete praticato un piccolo foro.
Far scendere la glassa sui biscotti decorandoli.

Questo grazioso calendario dell'avvento potrà essere utilizzato come decorazione in casa vostra o come dono natalizio insieme al delizioso panforte casalingo che potrete realizzare con la seguente ricetta.Chi lo ha assaggiato afferma che potrebbe stare in una pasticceria senese.
PANFORTE

Ingredienti: 150 g di farina,50 g di miele, 100 g di acqua, 150 g di zucchero a velo, circa 8 g di spezie miste toscane o da panforte,  250 g di mandorle con la buccia, 250 g di canditi misti (l'arancia è indispensabile), 1 foglio di ostia, un pizzico di sale, zucchero a velo vanigliato q.b..


Mettere le mandorle su una teglia in forno  e farle tostare leggermente in forno ventilato a 150° per circa 10/15 minuti( fig. 1), tritarne 80 g(fig.2) e lasciare le altre intere.
Tritare 60g dei canditi (fig.3) e tagliare gli altri molto grossolanamente(fig.4).
In un tegame antiaderente mettere il miele e l’acqua(coloro che fanno i canditi da soli (Scorze di arance candite )possono utilizzare al posto dell'acqua 100 g di sciroppo dei canditi, (in tal caso usando solo 100 g  di zucchero a velo) , far cuocere a fuoco moderato mescolando, unire lo zucchero a velo (fig.5), i canditi tritati (fig. 6 ), le mandorle tritate (fig.7) ed in successione  la farina (fig.8), il sale, le spezie (fig.9), mescolare(fig.10), aggiungere le mandorle intere e i canditi a pezzi(fig.11) .
Lavorare per qualche minuto l’impasto mescolando sul fuoco sempre moderato(fig.12)(la cottura fin dall’inizio può essere fatta anche a bagnomaria).
Togliere la casseruola dal fuoco , amalgamare bene gli ingredienti, poi foderate una teglia o un anello con carta forno, porre l’ostia sul fondo e sulle pareti(fig.13)(per le pareti eventualmente si può utilizzare anche  una striscia di carta forno) e versare il composto. Livellare bene (dovrà avere lo spessore di almeno 2 cm)(fig.14), comprimere con le mani umide e con il fondo di un bicchiere inumidito con acqua(fig.15). Se si desidera un panforte più speziato si può coprire la superficie prima della cottura con cannella in polvere e pepe.Infornare a 160° per circa mezz'ora.Il panforte non dovrà colorire troppo(fig.16).
Sfornare, spolverizzare con lo zucchero a velo vanigliato (se non si è optato per lo speziato), lasciare raffreddare su una gratella ad asciugare(fig.17-fig.18) , disporre su di un vassoio da portata (fig.19).
Si conserva per diverse settimane, naturalmente debitamente incartato(fig.20).

Se preferite come me la versione più corposa basta munirsi di uno stampo più alto, la cottura varierà di circa 5 minuti in più. 





Panforte from Cucinare Storie


Consiglio:non fatelo assaggiare a troppe persone perché vi accadrà questo.



Nessun commento:

Posta un commento