martedì 25 febbraio 2020

La signorina Vasetto

La signorina Vasetto era il soprannome che le avevano affibbiato i suoi colleghi di lavoro, ma Elisa non sembrava dispiacersene e ne rideva con il suo carattere allegro e socievole.
Mai avrebbe rinunciato al suo vasetto giornaliero. Quando tutti vicino al momento  del pranzo  avevano il problema di decidere dove e cosa mangiare lei non si univa alle varie proposte.
Appena restava sola   nel silenzio e nella pace di quell'ora solitaria  tirava fuori  uno o più vasetti secondo il menù del giorno e talvolta usava il microonde per scaldare a volte nemmeno.
Se qualcuno assisteva  per caso all'apertura dei trasparenti contenitori raccontava meravigliato  agli altri del buon profumo che si era sprigionato. Insomma era diventata la leggenda della pausa pranzo.
Aveva cercato di spiegare la tecnica della vasocottura e la sua organizzazione per cui in qualche ora preparava i pranzi per tutta la settimana e spesso anche la cena così poteva andare in palestra o in centro per una passeggiata senza mangiare ad ore improbabili, ma come risposta aveva raccolto sguardi scettici ed espressioni beffarde o ancora peggio schifate.
Venne il giorno del suo trentesimo compleanno e valeva davvero la pena di festeggiare, così invitò amici e colleghi d'ufficio a cena di venerdì proprio dopo il lavoro.
Quando gli ospiti arrivarono era ben pettinata, truccata e vestita elegante, nessun grembiule da cucina.
La tavola era apparecchiata con cura, aleggiava un buon odore di cucinato, ma chi sbirciò in cucina vide tutto lindo ed ordinato, i fornelli lucenti, in giro solo qualche vassoio con il cibo pronto.
Ci fu chi fece i soliti commenti ironici sul suo cibo quotidiano in vasetto. A quel punto Elisa aprì la lavastoviglie: era piena di vasetti e annunciò che tutto il cibo che avrebbero mangiato era chiuso in quelli  fino a poco prima e da  cinque giorni cioè dalla domenica,  momento in cui aveva avuto il  tempo di dedicarsi ai preparativi della cena di compleanno.
Calato il silenzio mise in funzione la lavastoviglie e invitò tutti a sedersi a tavola.
Dall'antipasto al dolce ci furono fiumi di complimenti e commenti sulla bontà del cibo che sembrava cucinato al momento e che  emanava profumo e sapore intenso.
Così Elisa divenne definitivamente e positivamente la signorina Vasetto.

PORCHETTA DI TONNO
Salume di mare
Ingredienti per 4 persone: 1 trancio di tonno da circa 500 g abbattuto, salvia, rosmarino, 1 spicchio d'aglio, sale. pepe olio extravergine.

Fare un trito fine e abbondante di salvia e rosmarino con lo spicchio d'aglio e condirlo con sale e pepe.


Far aderire il trito sulla superficie del trancio di tonno, legarlo delicatamente con spago da cucina, condire con olio e lasciar insaporire.



 Mettere il tonno nel vaso da 1000 ml per la cottura. Aggiungere altro olio. Chiudere il vasetto e cuocere in microonde a potenza 800w  per 4 minuti. Togliere dal microonde ma la cottura continuerà per alcuni minuti e si vedrà sobbollire il sughetto.
 Lasciar raffreddare velocemente  il tonno nel vaso in abbattitore o in frigorifero e poi conservare in frigo. 
 
 Si può consumare questo salume di mare come antipasto o come secondo accompagnato da verdure di stagione crude o cotte. L'olio di cottura si può aggiungere come condimento.


Con lo stesso procedimento si potranno cuocere petto di pollo sia intero che a bocconcini e coniglio.
PORCHETTA DI PETTO DI POLLO CON PATATE
Aprire a libro mezzo petto di pollo cospargere con il trito aromatico arrotolare legare e passare l'esterno ancora nel trito. Condire con olio e se si desidera anche il contorno aggiungere piccoli tocchetti di patate salate e unte con olio .Mettere in vaso da 1000 ml e cuocere in microonde a 800 W per  7/8 minuti. La cottur. terminerà fuori dal microonde . Infine raffreddare e se non si consuma conservare in frigorifero.


 PETTO DI POLLO AL LIMONE CON RAVANELLI COTTI E CRUDI
Ingredienti per 4 persone:1 petto di pollo, 1 limone,1 o 2 foglie di alloro o altre erbe aromatiche a piacere, alcuni grani di pepe, alcune bacche di ginepro, un pizzico di zucchero, farina q.b, sale, olio extravergine.


Privare il petto di pollo, di eventuali parti grasse e cartilagini e tagliarlo a bocconcini e infarinarlo leggermente.
 Mettere il pollo a marinare con fettine di limone, grani di pepe, bacche di ginepro, una foglia di alloro, un pizzico di zucchero e sale. Condire con olio e lasciare in marinare alcune ore in frigorifero.
 Mettere il pollo con la sua marinata nel vaso da 1000 ml per la cottura. Aggiungere altro olio e  se si vuole del contorno qualche ravanello intero. Chiudere il vasetto e cuocere in microonde a potenza 800 w per 6 minuti.
Lasciar raffreddare il pollo nel vaso e conservare in frigorifero.

Servire con l'olio di cottura, le fette di limone, una macinata di pepe e verdure di stagione cotte e crude. 
Pollo al limone  senza ravanelli cotto e crudo

Questa ricetta si può realizzare senza fette di limone utilizzando solo il succo del limone.

POLLO A CURRY CON CIPOLLA
Privare il petto di pollo, di eventuali parti grasse e cartilagini e tagliarlo a bocconcini e infarinarlo leggermente. Condirlo con sale, pepe, olio e curry .Affettare sottilmente della cipolla bianca o del cipollotto condire con poco olio sale pepe aggiungere nel vasetto al pollo dando una leggera mescolata, chiudere il vasetto. Cuocere in forno a microonde 800W per 7 minuti.




SPEZZATINO DI PESCE SERRA
Eviscerare il pesce , eliminare testa e coda. Tagliare il pesce di circa 300 g in 4 tranci. Salare, pepare, condire con olio,  prezzemolo, 1 spicchio d'aglio intero(se gradito), aggiungere qualche pomodorino, olive e capperi dissalati. Chiudere il vasetto.
 Cuocere in forno a microonde 800W per 5 minuti.


FINOCCHI FINTO GRATIN
Affettare finemente i finocchi con la mandolina e condirli con olio sale  e pepe.Preparare la besciamella  io ho utilizzato latte di avena.fare nel vaso da cottura uno strato di finocchi , condire con besciamella e parmigiano grattato. Ripetere gli strati fino a 3/4 del vasetto.Cuocere in forno a microonde 800W per 6 minuti.


 Serviti con bocconi di pollo al limone con solo succo senza fette.




In vasocottura si possono cuocere molte verdure. Basta lavarle, tagliarle, condirle con olio sale e pepe e profumarle con aromi graditi.
CARCIOFI IN VASOCOTTURA AL PREZZEMOLO E LIMONE
Lavare i carciofi tagliarli a spicchi condire con olio, sale, pepe, poco succo di limone  e prezzemolo mettere uno spicchio d'aglio intero o tritato(facoltativo) cottura in microonde a 800W per 5 minuti.


BROCCOLI  IN VASOCOTTURA CON PROFUMO D'AGLIO
Lavare i broccoli  condire con olio, sale, pepe,  mettere uno spicchio d'aglio intero o tritato(facoltativo)


  cottura in microonde a 800 W per 5 minuti.


TORTINO DI MELE ALLA CREMA DI FORMAGGIO CON MERINGA FIAMMATA E FRUTTI DI BOSCO

Ingredienti per 4 persone in vasetti indicativamente da 100 ml: 2  o 3 mele , 25/ 30 g di zucchero di  canna, 40 g di zucchero semolato, 3 cucchiaini di amido di mais/circa 15 g), 100/120 g di formaggio spalmabile , circa 35/40 g di latte, 1/2 limone, frutti di bosco q.b per decorare.
Mescolare il formaggio spalmabile con lo zucchero e l'amido di mais diluendo con il latte per ottenere una crema piuttosto densa.

Sbucciare le mele ed affettarle piuttosto sottili(si può utilizzare la mandolina).

Condire le fette di mela con succo di limone e disporre nei vasetti uno strato di mele e condire con poco zucchero di canna.
Coprire con uno strato di crema  di formaggio e completare con uno strato di mele e zucchero di canna.

Chiudere i vasetti e cuocere per 1.30 minuti nel microonde a 800W.
Lasciar raffreddare.  Conservare in frigorifero.

Si potrà servire il dolce nel vasetto
 o sformarlo in un piatto per decorarlo.
In alternativa si potranno mescolare le mele con la crema di formaggio ottenendo un effetto più omogeneo



Servirei i tortini direttamente nel vasetto  o nel piatto decorando con meringa italiana fiammeggiata con il cannello e frutti di bosco.


Per la meringa italiana: 50 g di  chiari d' uovo, 120 g di zucchero, 30 g di acqua, 1 cucchiaino di succo di limone.

Preparare lo sciroppo con l'acqua e 100g di zucchero tenendo sul fuoco fino a 121°.

Versare gli albumi, senza alcuna traccia di tuorlo, in una ciotola.

Unire 20 g di  zucchero e  montare con il frullino elettrico, poi unire a filo in due riprese lo sciroppo caldo e continuare a montare  fino ad ottenere una meringa lucida e ben montata.


 Alcuni consigli importanti per chi vuole provare questa tecnica di cottura.

TECNICA DI VASOCOTTURA
La vaso cottura mantiene inalterato il sapore degli alimenti e per questo si presta a un minor utilizzo di sale e di condimenti.


Per la vaso cottura al microonde vanno utilizzati solo vasetti certificati che esistono in commercio come quelli Weck , i Bormioli linea Fido, i Korken dell’Ikea.
I vasetti con tappo a vite si possono usare per la vaso cottura a bagnomaria sia in pentola, pentola a pressione    o forno.
Bisogna sempre far raffreddare il contenuto prima di togliere tappo o ganci e aprire il vasetto.
Nel caso il vasetto non si apra causa sottovuoto basta o tirare la guarnizione nel caso dei vasi Weck o togliere i ganci e mettere in microonde per 1o 2 minuti stessa potenza della cottura.
Nel caso di cottura a microonde testare la potenza da utilizzare con la misurazione del tempo di bollitura dell'acqua in un vaso da 500 ml riempito fino a 3/4( se la bollitura a 800 avviene tra i 3.30 e i  4.30 minuti si potrà usare tale potenza per tutte le ricette variando naturalmente il tempo) altrimenti si provvederà ad usare una potenza minore o maggiore.
Poiché il vapore sfiata dalle guarnizioni durante la cottura ci sarà l'emissione di un normale sibilo tipo pentola a pressione.
Va considerato che la cottura continua a temperatura ambiente e nei primi 20 minuti si forma il sottovuoto. 
Nel microonde un vasetto da circa 500 ml cuoce per 6 minuti se al test l’acqua bolle in circa 4 minuti minuti.
Le pietanze cotte in vaso cottura possono essere lasciate nel vaso raffreddate velocemente  e  mantenute in frigorifero dove si conservano fino a  circa 10  giorni.
La vaso cottura non è indicata per i  lievitati o paste tipo sfoglia o frolla, sconsigliata anche per i funghi.
Si possono cuocere carni, pesce e verdure per  pasta e riso non è semplice trovare il punto di cottura accettabile.
La vasocottura si può fare anche utilizzando normali vasetti con tappo a vite naturalmente in tal caso la cottura non avverrà in microonde e la più sicura è  in pentola a pressione immergendoli in acqua fredda e calcolando 20 minuti dal sibilo. Lasciar raffreddare il vasetto nell'acqua per la creazione del sottovuoto.

5 commenti:

  1. Buongiorno.... Vorrei sapere per la cottura in pentola a pressione i 20 minuti dal sibilo sono per la carne? Per le verdure e i dolci quanto tempo occorre? I vasi devono essere grandi anche in quel caso? O si possono usare anche più piccoli? Grazie in anticipo per la risposta

    RispondiElimina
  2. I tempi dipendono ovviamente dalle consistenze e dal tipo di taglio.20 minuti sono un tempo standard, spingersi a 25 non altera in modo significativo.Comunque sollevando con attenzione il vasetto, dall'aspetto del contenuto, con un po' di esperienza, si riesce ad intuire il grado di cottura comunque niente vieta di proseguire.Come sempre si tratta di fare delle prove.

    RispondiElimina
  3. Per la grandezza dei vasi i più adatti sono quelli dai 500 ml(2 porzioni) ai 1000 ml(circa 4 porzioni). Vanno riempiti a 3/4 come ho scritto e per la verdura consiglio 1000 ml perché da cruda occupa volume ma cuocendo ritira parecchio.Per i dolci meglio i vasetti piccoli poiché si possono portare direttamente in tavola lostesso quelli da 250 ml o meno se vuoi servire in tavola nel vasetto le pietanze. .

    RispondiElimina