mercoledì 14 luglio 2010

La minestrina sull'acqua

Quando ero piccola non mangiavo praticamente quasi niente, la mamma mi racconta che una spremuta d’arancia a volte era l’unico cibo che assumevo, a piccoli sorsi, in tutto il giorno.
Nonostante ciò, non so spiegarmi come mai, spesso avevo febbri alte ed il medico diagnosticava “indigestione”, riflettendo in età adulta ho pensato che forse, per disperazione, venivo forzata a mangiare qualcosa contro voglia, altrimenti non saprei come altro giustificare.
In quelle occasioni per stare leggera la mamma mi preparava” la minestrina sull’acqua”,così veniva annunciata dalla mamma quella minestrina di “grandinina soda”, altro termine mammesco, cotta in un brodo vegetale e condita con un filo d’olio crudo e poco parmigiano. Io la odiavo quasi come l’olio di fegato di merluzzo, spacciato per indispensabile ricostituente, altra tortura dei bambini dell’epoca.
Per fare la minestrina sull’acqua veniva usato un cucchiaino di preparato vegetale naturale che in casa mia veniva fatto d’estate con le verdure dell’orto.
Ancora oggi io lo preparo e lo utilizzo in cucina. Le amiche alle quali l’ho insegnato ne sono entusiaste.
La mamma adesso ha 95 anni e la sera molto spesso si prepara la minestrina sull’acqua, sarà quella che la tiene così in forma…??



PREPARATO PER BRODO VEGETALEINGREDIENTI:
200g di carote
200 g di cipolle
200 g di sedano
abbondante prezzemolo
abbondante basilico(se faremo il preparato in estate)
20% di sale grosso rispetto al peso complessivo della verdura utilizzata(160g).

Sbucciare e lavare le carote e le cipolle.
Lavare il sedano e le foglie del prezzemolo e del basilico.


Lasciare asciugare la verdura su un asciughino(fig.1).
Tritare finemente tutte gli ortaggi nel robot da cucina(fig2).
Mettere il trito in una ciotola, pesare e calcolare il sale grosso(fig.3), amalgamare al trito di verdure(fig4).
Tenere per 24 ore a temperatura ambiente ricordandosi di mescolare qualche volta nell’arco della giornata(fig.5).
Mettere il composto (compresa l’acqua che si sarà formata) in
vasetti di vetro, chiudere ermeticamente e conservare in dispensa(fig.6).
Basta una piccola quantità di preparato per preparare un buon brodo vegetale, ma potrete utilizzarlo anche come fondo per la cottura di risotti, carne, pesce, verdure.
Poiché contiene molto sale(utile per la conservazione) quando lo usate, salate i cibi solo verso la fine della cottura, e sempre dopo aver assaggiato la vostra preparazione
.


Ecco un'altra ricetta per conservare in dispensa le zucchine per chi come Gianna(che saluto!!) ne coglie dall'orto in gran quantità .



ZUCCHINE VELOCI IN VASO
Ingredienti: 800g di zucchine, 2 cipolle bianche,2 spicchi d’aglio,30 foglie di basilico, 2 cucchiaini colmi di sale, 1 cucchiaino di zucchero, 2 bicchieri d’olio, 2 bicchieri d’aceto di mele.


Tagliare le zucchine a fette tonde e piuttosto alte(fig.1), affettare gli spicchi d'aglio(fig.2)e la cipolla (fig.3).
Mettere tutti gli ingredienti insieme a freddo in una pentola, unire il basilico(fig.4), il sale e lo zucchero(fig.5), l'aceto(fig.6) e l'olio(fig.7).
Porre sul fuoco e da quando bolle calcolare 4’, girando qualche volta(fig.8).
Invasare il composto caldo(fig.9) e capovolgere i vasi per il sottovuoto(fig.10).

QUESTE ZUCCHINE SONO OTTIME PER ACCOMPAGNARE UN PIATTO DI SALUMI O/E FORMAGGI MA ANCHE COME ACCOMPAGNAMENTO A CARNI LESSE O GRGLIATE.


2 commenti:

  1. Buongiorno Ivana,

    si potrebbe applicare lo stesso procedimento anche per i fagiolini ? Forse facendoli cuocere qualche minuto in più ?.
    Salutoni Gloria

    RispondiElimina
  2. Penso proprio di sì, anche se io non ho mai provato questa variante, per la cottura farei giusto due minuti di più.Fammi sapere la riuscita.
    Ciao
    Ivana

    RispondiElimina