venerdì 20 agosto 2010

Con Emanuela

DI GIORNO........

Ci dedichiamo al tartufo scorzone trovato da Sandro con la collaborazione indispensabile della brava Stella.SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON TARTUFO

Pasta fresca
INGREDIENTI dose per 6 persone: 250 g di farina di semola- 250 g di farina bianca 0- 5 uova intere-sale.

Lavorare a lungo gli ingredienti nel robot fino ad ottenere un impasto sodo e liscio. Metterlo in un sacchetto per alimenti e lasciar riposare una
notte in frigo.
Procedere alla lavorazione della pasta in sfoglie ed eventuali formati a seconda delle preparazioni.

In questa ricetta l'impasto deve essere piuttosto sodo per permettere l'uso della chitarra.
Appoggiare le strisce sulla chitarra.Premere e strisciare avanti ed indietro con il matterello in modo che le corde incidano la pasta.

Continuare a strisciare finché i primi fili di pasta cadranno

Far vibrare con le dita le corde della chitarra che emetteranno il suono, le vibrazioni faranno cadere gli spaghetti.
Stendere gli spaghetti ad asciugare sul matterello.
Prima che siano troppo secchi stenderli in un vassoio.
Si possono congelare subito o consumare.


CONDIMENTO AL TARTUFO

Scaldare qualche spicchio d'aglio nell'olio o nel burro.
Grattugiare il tartufo e farlo insaporire nel condimento scelto
Far cuocere gli spaghetti
Saltare la pasta nel condimento al tartufo e servire.

Nel piatto aggiungere qualche fettina di tartufo crudo e scagliette di parmigiano.
CROSTINI ALLA NUSIANA
Sfregare una terrina resistente al fuoco con uno spicchio d’aglio e spalmare con 30 grammi di burro.

Affettare due etti di scorzoni
Disporre lo scorzone a strati alternati a scaglie di parmigiano reggiano. Cospargere con 15 grammi di olio d’oliva, mezza noce di burro, sale e pepe, infornare a calore moderato.
Appena il formaggio è fuso si serve caldo con crostini di pane arrostito.
Prepariamo la torta di compleanno per Francesco
TANTI AUGURI!!



DI NOTTE .......
Ved. indice delle ricette: Pastine ripiene

PERE CANDITE

Tagliare a pezzettini le pere togliendo il torsolo ma mantenendo la buccia, Irrorare con il succo di limone e far cuocere in una padella antiaderente piuttosto larga in modo che i pezzetti di per stiano distesi.
Aggiungere lo zucchero in modo da coprire le pere.Far sciogliere lo zucchero mescolando e cuocere finché le pere non appaiono trasparenti. Spengere e lasciare la frutta tutta la notte nello sciroppo di zucchero che si è formato.

Mettere di nuovo al fuoco aggiungendo una spolverata di zucchero e portare ad ebollizione. Mettere nei vasi le pere calde e capovolgere per il sottovuoto.
Questi pezzettini di pere candite si possono utilizzare per preparazioni dolci o salate.Ottimi con il formaggio.

MOUSSE DI FORMAGGIO CON PERA CANDITA


Ingredienti per 6 persone:
1 cetriolo ,100g di ricotta, 50g di taleggio,30g di grana padano grattato, pere candite, olio extravergine ,pepe,sale.

Lavorare i formaggi con un filo d'olio, pepare ed assaggiare aggiungendo sale se occorre.
Affettare il cetriolo in fette alte circa1 cm.
Disporre il formaggio sulle fettine di cetriolo e mettere sopra un pezzetto di pera candita.


ZUCCHINE VELOCI IN VASO (con cipolla rossa) ved. indice delle ricette.

ZUCCHINE A SCAPECE ved. indice delle ricette (conservate in vaso).



2 commenti:

  1. Avevi ragione, ora il blog è davvero "ammaliante". Hai inserito una ricetta che mi commuove, gli spaghetti alla chitarra con il tartufo scorzone, ricetta forse delle nostre nonne, ma piena di profumi oltre a quello del tartufo. Grazie Ivana, anche per le belle foto.
    Con sempre crescente ammirazione ed affetto.
    Luciana

    RispondiElimina
  2. Sempre troppo buona!!Però gli spaghetti erano buoni davvero!!
    Un abbraccio
    Ivana

    RispondiElimina