mercoledì 31 agosto 2011

NON TUTTO IL CALDO VIEN PER NUOCERE…..

Basta lamentarsi del caldo, tanto fra poco ci lamenteremo del freddo e tutto inutilmente!
Quando dalle previsioni ho capito che la vera estate era in arrivo sono subito corsa a comprare una cassetta di pomodori, i migliori che ho trovato, dei piccadilly, belli, maturi, sodi e sani .Non avevo mai seccato questo tipo di pomodori, ma mi sono lasciata conquistare, guidata da tanta grazia e bellezza, freschi, ancora legati insieme su resti di rami della loro pianta originaria, non potevo pretendere di più.
Così ho cominciato ad accudirli, lavati, salati, disposti in ordine nei cassetti come ori, amorevolmente coperti ma non troppo, esposti ai raggi del sole fino al tramonto, protetti dal buio e dall’umidità della notte.
Li ho visti trasformarsi, perdere il loro vigore, la molle polpa, ma non il colore che resta ridente dono dell’estate, non è triste la loro fine , allegramente sguazzeranno nell’olio, simbolo di abbondanza, godranno i nostri palati e nessun sacrificio sarà stato più apprezzato .

POMODORI SECCHI
Usare pomodori maturi ma ben sodi; si possono seccare anche i ciliegini che sono buonissimi ma riducendosi molto fanno poca riuscita.
Tagliarli in due per il lungo, cospargerli di sale fine.
Allinearli in una cassetta per l’essicazione, su un graticcio o sopra una gratella e tenerli al sole. Per evitare che si poggino gli insetti coprire con del tulle facendo attenzione che non aderisca ai pomodori. La notte vanno riposti all’asciutto in casa.
Sono secchi dopo 5 o 6 giorni, anche 7 dipende dalla potenza del sole. Si sistemano in sacchetti di carta in modo che si secchino bene. Si possono essiccare anche nel forno ventilato a 80° pero diventeranno di color marrone scuro anziché rossi come quelli seccati al sole. Per 8kg di pomodori freschi otterrete circa 1kg di pomodori secchi.
Seccare i pomodori
POMODORI SOTT’OLIO
Ingredienti per due barattoli da ½ Kg : 600g di pomodori secchi, acqua e aceto di mele in parti uguali, aglio, nepitella o altre erbe aromatiche secche a piacere quali: origano, timo, maggiorana, peperoncino, alloro, basilico……,olio extravergine.
Lavare i pomodori sotto l’acqua per togliere il sale.
Mettere a bollire l’acqua con l’aceto.
Cuocere per 3 minuti i pomodori nel miscuglio bollente oppure buttare il liquido bollente sui pomodori e tenerli in infusione per non più di ½ ora.
Scolarli e lasciarli asciugare bene distesi su carta assorbente da cucina o su un canovaccio pulito.
Sistemateli a strati nel vaso aromatizzando ogni strato con gli aromi a piacere, utilizzare aromi secchi così i pomodori dureranno a lungo.
Comprimere bene i mezzi pomodori in maniera che non possa passare aria tra loro; ricoprirli completamente con l’olio e chiudere ermeticamente il recipiente.
Lasciar riposare per qualche giorno al fresco o in frigo prima di aprirli e consumarli.
Sono ottimi come antipasto in particolare su crostini di pane alle olive, possono accompagnare carne o pesce lessi o alla griglia ed arricchire condimenti per la pasta ed insalate di verdure crude o cotte, utilizzabili anche per vari tipi di salse.
Variante:
Per ammorbidire i pomodori utilizzare solo acqua seguendo lo stesso procedimento, si otterrano pomodori sott’olio senza, ovviamente, il sapore dell’aceto che qualcuno non gradisce, anch’io li preferisco e poi così posso utilizzarli anche per la pasta.Naturalmente è meglio conservarli in frigorifero.
Devo dire che a me piace mettere i pomodori sott’olio non solo quando sono proprio secchi ma anche durante le fasi di essiccazione, così ottengo morbidezze e profumazioni diverse, naturalmente i pomodori che hanno ancora dell’acqua al loro interno vanno consumati più in fretta.

3 commenti:

  1. Ciao Ivana! sai che i pomodori secchi mi ricordano la mia infanzia? fino ai 18 anni ho passato tutte le estati in Sicilia da mia nonna e con i miei zii che avevano delle campagne infinite! Beh fare i pomodori secchi era un rito... e guai a toccarli! eravamo in più di venti persone in quel casolare e ad ogni tramonto si faceva la gara per ritirare tutti i pomodori e qualcuno in bocca ci scappava sempre! cosa mi hai fatto tornare alla mente... momenti che non potranno più esserci... pensiamo alle cose belle!! quando ci rivediamo con il corso? giovedì 8? Giovanna

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Sapere di risvegliare ricordi è una cosa che mi fa felice, questo è il motivo che mi ha spinto al blog, fissare i miei ricordi... che spesso scopro appartengono anche ad altri.
    Giovedì 8 è festa e in centro c'è il corteggio, sarà un problema per il parcheggio, quindi stiamo valutando di iniziare giovedì 29 settembre.Comunque troverai un avviso definitivo sul blog.In tal caso cerca di avvisare chi conosci perché per noi è un problema.
    A presto
    Ivana

    RispondiElimina