lunedì 20 marzo 2023

In scadenza


Viaggiava molto per lavoro, mangiava spesso fuori  e quindi  le accadeva di trovare in dispensa cibi scaduti anche fra quelli che durano anni.
Le piaceva abbastanza cucinare ma non aveva molto tempo per farlo.
Non sopportava dover gettare prodotti acquistati o ricevuti in regalo.
I cesti di Natale, anche se portatori di prodotti tipici e DOC, erano la cosa che proprio non sopportava perché  rappresentavano  il dramma dello smaltimento culinario di tutti quegli alimenti, troppi  per lei che viveva pure sola.
L'unica salvezza erano le cene con gli amici quando aveva tempo di dedicarsi ai fornelli.
Prese un pacco di pasta ormai scaduto da mesi, lo ispezionò minuziosamente senza vedere ospiti indesiderati, mise la pentola al fuoco e calò la pasta, ma la stanchezza prese il sopravvento e chiuse gli occhi  un attimo di troppo, forse una manciata di minuti che bastarono per mandarla fuori cottura.
Ma non fu un danno perché le tornò in mente  di aver visto uno chef che stracuoceva la pasta, la essiccava e la friggeva ottenendo simpatici snack da aperitivo.
Così fece cuocere  il doppio del tempo anche il resto della pasta del sacchetto, poi la mise ad essiccare e poté  addormentarsi tranquillamente.
Qualche sera dopo organizzò un aperitivo e la pasta  soffiata fu un successo.
Ora non temeva più  le parole ...consumare preferibilmente entro... almeno sui pacchi di pasta e riso.

ANTIPASTO SFIZIOSO DI PASTA SOFFIATA

 

Ingredienti per 4 persone: 16/20 pezzi di pasta tipo mezzi paccheri o altra pasta forata, infatti si potrà scegliere il formato preferito, olio di arachidi q.b, sale, salmone naturale o affumicato150 g circa, erba cipollina, 200 g di formaggio spalmabile, 100 ricotta, 100g  acciughe sotto sale, olio di riso q.b, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 arancia, qualche cucchiaio di latte o brodo vegetale prezzemolo

Portare a d ebollizione l'acqua per la pasta, salarla e calare la pasta lasciandola cuocere due volte e mezzo il tempo indicato sulla confezione, mescolare con cura facendo attenzione che rimanga intatta.
Scolare, far raffreddare e  asciugare su un canovaccio.
Quando sarà abbastanza asciutta per farla restare il più possibile aperta mettere all'interno di ogni pezzo un cilindro di carta forno.
 Disporre la pasta su carta forno su una leccarda o su una griglia. Far essiccare in forno alla temperatura più bassa possibile, girandola di tanto in tanto e lasciando lo sportello socchiuso, finché assumerà un aspetto vetrificato. Se si possiede un essiccatore  si potrà essiccare a 40 gradi.
Friggere la pasta  poca alla volta in olio di arachidi molto caldo(190°). La pasta si gonfierà velocemente salendo  in superficie(attenzione potrà schizzare), ci vorranno 3 o 4 secondi. Scolare su carta assorbente. Si potranno utilizzare vari formati o anche  crema di riso in cialde. Adatta calda e croccante per l'aperitivo.
.
Tenere la pasta cotta ed essiccata in un contenitore ben chiuso fino a quando non si prepareranno le chip.

Crema al prezzemolo

In una pentola con dell’acqua ad una temperatura di circa 80° scottare il prezzemolo, scolarlo e raffreddarlo bene con acqua e ghiaccio. Dopo averlo strizzato,  frullare con poco olio, formaggio spalmabile e succo di arancia.

Maionese all'acciuga

Lavare e diliscare le acciughe. Frullare all'inizio con poco latte o brodo vegetale e  montare con olio di riso  fino a formare una maionese.

Farcia al salmone

Tritare il salmone a coltello, condire con poco succo  di  arancia , sale  e pepe ,  se gradita anche erba cipollina, legare con un filo di yogurt o con formaggio spalmabile leggermente diluito. A piacere si potrà comporre una piccola tartare di salmone, accompagnata dalla maionese all'acciuga e dalla crema  al prezzemolo. 

Crema di ricotta
Passare la ricotta al setaccio e condire con olio, sale e pepe. 

Riempire la pasta soffiata con la farcia al salmone  decorando con una fettina di arancia o limone e quella alla ricotta decorando con la maionese all'acciuga. Aggiungere alcuni pezzi di pasta soffiata con la crema al prezzemolo,